Ristorante Infernotto Roma Pigneto
Il Pigneto

Il Pigneto e la sua storia

Il quartiere Pigneto è compreso nel VI Municipio di Roma e il suo perimetro è delimitato a nord dalla ferrovia Roma-Pescara, ed est da via dell'Acqua Bullicante, a sud dalla Via Casilina, mentre ad ovest si ferma davanti a Porta Maggiore.

Il quartiere Pigneto è nato sul finire del 19 secolo a causa dell'insediamento di un gruppo di industrie comprendenti lo scalo merci ferroviario, diversi stabilimenti industriali, i grandi depositi della nettezza urbana e dei tram ed un'infinità di botteghe artigianali.

Sorse così un gruppo di case popolari che diventò presto un vero e proprio quartiere periferico la cui popolazione era costituta da ferrovieri, operai, tranvieri, artigiani, netturbini.

Una periferia pulsante di vita e di relazioni umane, che venne scelta dai maggiori registi del neorealismo italiano come ideale scenario di film come "Roma Città Aperta" di Rossellini, "Bellissima" di Visconti, "Domenica della brava gente" di Majano, "Il Ferroviere" di Germi, "Audace colpo dei soliti ignoti" di Loy fino ad "Accattone" di Pasolini.

Oggi il Pigneto è un quartiere che gode di una personalità ed un'identità tutta propria, assomiglia più ad un paese che ad un quartiere di una grande metropoli. Basti passeggiare una sera estiva in Via del Pigneto per rendersene conto.